lunedì 16 aprile 2018

Blogger CasaFacile Style: un sogno che si avvera!

Da dove comincio ? Quando facevo la seconda media ho scritto a Giana Anguissola , allora molto nota scrittrice per ragazzine , che teneva su Amica (che allora era settimanale) la rubrica " La posta di Giana " ,  per dirle che da grande mi sarebbe piaciuto fare la giornalista, proprio come Violante , la protagonista di alcune sue storie . Mi rispose , mi diede dei consigli , ma poi ho fatto altre scelte di vita , anche se mi è sempre piaciuto scrivere e ho continuato a farlo , anche se il mondo delle redazioni mi ha sempre affascinato e da quando ho avuto modo di conoscere la redazione di Casa Facile quell ' antico amore è tornato a farsi sentire .
Quando è stata lanciata la call per il casting ho deciso di mettermi in gioco , in barba all ' età  che erroneamente ho pensato che potesse essere un limite , in barba alla consapevolezza che esistono in Italia blogger bravissime , più tecnologiche e più informate di me . Mi sono detta che la cosa peggiore che mi potesse capitare fosse quella di non essere scelta , ma se non avessi provato mi sarei autoeliminata . . .
Qualche giorno fa la comunicazione privata dei risultati, stamattina è stato pubblicato l ' annuncio ufficiale e mercoledì a Milano ci saranno i festeggiamenti al Fuorisalone nel corso della Design Week .
Grazie al Direttore di CasaFacile Giusi Silighini , grazie alla giuria , sono felicissima di mettermi nuovamente in gioco in questa grande avventura . Spero di essere all ' altezza delle aspettative e di non deludere chi ha creduto in me .



Qui potete leggere il mio primo post , quello col quale ho partecipato alla selezione . . . non poteva che essere su un minialbum scrap , dovendomi presentare ho pensato non ci fosse niente di meglio . . .

Stappo idealmente una bottiglia con voi che mi seguite sempre !
Grazie e a presto !
Claudia

domenica 8 aprile 2018

Guest Book per un Matrimonio a tema Fior di Loto

Quando Laura mi ha scritto una mail per chiedermi di realizzare il  guest book per il suo matrimonio con Miguel , come faccio quando non conosco dal vero persone , ho chiesto di spiegarmi nel dettaglio cosa volessero e come mai avessero scelto di rivolgersi a me .  
Le sue risposte mi hanno convinto ad imbarcarmi in questa sfida ; non ho scritto a caso questa parola , perché questo album è stato molto più di un progetto studiato e realizzato . 
Per me è stato molto bello conoscere la storia di Laura e di Miguel e del loro amore e l ' aver partecipato con un piccolo contributo al loro importante giorno , così come è stata grandissima la soddisfazione nel vedere lo sguardo di Laura quando ci siamo incontrate a Milano per la consegna dell ' album e lei mi ha detto " è esattamente come lo volevamo! " .
Il tema che hanno scelto è stato il Fior di Loto, non solo per la sua innegabile bellezza , ma anche per tutti i significati che ha . Abbiamo subito deciso di inserire anche delle citazioni , in modo da condividere con gli ospiti alcuni messaggi filosofici legati al fiore e mi è stato fatto presente che l ' album sarebbe dovuto essere il più colorato possibile . Per questo ho parlato di sfida : dovevo trovare il modo di conciliare la delicatezza del fiore , le citazioni poetiche e filosofiche e i colori vivaci .
Per prima cosa mi sono dedicata alla ricerca delle citazioni ; alcune me le ha passate Laura , altre me le sono cercate e devo dire che ho trovato piacevolissima questa fase di studio e di scoperta . 
Dalla moltitudine di testi raccolti ho selezionato quelli che per me erano più significativi e più funzionali al progetto . Ci siamo consultate sull ' opportunità o meno di citare gli autori , perché siamo entrambe laureate in scienze (lei naturali e io biologiche)  e abbiamo molto a cuore la citazione delle fonti e un rigoroso metodo di comunicazione dei risultati di una ricerca , ma in questo caso abbiamo deciso di ometterle per diversi motivi . 
Di alcune frasi non si conosce l ' autore , quindi non a tutte avremmo potuto attribuire la paternità ; testi , disegni e cornici si dovevano integrare in modo armonico , perché stavo progettando un guest book e non una tesina ; le citazioni così come le ho impaginate è come se fossero fatte dagli sposi , che hanno fatto proprie le frasi di altri e hanno passato i messaggi  ai loro ospiti .
Fortunatamente i fiori di loto assumono significati diversi a seconda dei colori ed esistono molte più pigmentazioni di quante immaginassi e così mi è stato possibile stabilire un legame fra ogni frase e i decori delle pagine . Mi sono procurata timbri e fustelle in tema ; non ne avevo nemmeno uno e adesso ne ho un bell ' assortimento . 
A questo punto ho progettato la struttura , tenendo conto del numero degli invitati al pranzo . Ho sempre l ' accortezza di lasciare spazi più ampi per chi vuole scrivere frasi lunghe o ha una grafia grande e di circoscrivere spazi più ristretti per chi è timido , o sintetico o semplicemente non scrive volentieri . Avendo saputo che al ricevimento sarebbero stati presenti dei bambini , alla fine dell ' album ho creato una busta nella quale ho inserito dei fogli sui quali i piccoli avrebbero potuto eseguire dei disegni da regalare agli sposi .
La copertina è volutamente tutta bianca , giocata solo sui decori spessorati , con la sola eccezione dei contorni del timbro , in modo da integrarsi bene sulla tovaglia del tavolo della confettata e per non anticipare nulla della sorpresa dell ' interno .
Avendo raccontato nel dettaglio tutto il processo creativo posso mostrare le foto














Purtroppo non ho controllato subito che tutte le foto fossero venute bene e così ho scoperto solo dopo aver consegnato l ' album che le pagine dedicate al fiore viola erano venute sfocate , perciò  non posso mostrarvi le cornici a forma di parentesi graffa e la citazione sul fior di loto viola . . .
Ho trovato veramente molto stimolante il fatto di mettermi alla prova su un tema a me sconosciuto .
 La richiesta di Laura e Miguel mi ha dato l ' opportunità di imparare cose che non conoscevo e l ' apprendere cose nuove continua ad essere la cosa che più mi diverte nella vita . Non vedo l ' ora di vedere le foto di tutto l ' allestimento al quale si sono dedicati gli sposi stessi . Per ora ho avuto modo di apprezzare uno splendido fior di loto fatto ad origami che mi è stato regalato , identico a quelli che sono stati usati come segnaposto al pranzo di ieri .
Mi sono dilungata nella descrizione della fase preliminare perché una cosa che noto è che sono molte più le persone che preferiscono copiare qualcosa di già fatto da altri, cercando tutorial e dispense ,  rispetto a quelle che partendo dalle loro foto o, come in questo caso , dagli spazi necessari per la scrittura di pensieri , progettano qualcosa di personale , mentre io credo che se vincessero l ' ansia iniziale che attanaglia anche me ogni volta , potrebbero divertirsi molto di più .
Grazie davvero a chi ha avuto la pazienza di leggere tutto e grazie doppio a chi avrà voglia di soffermarsi ancora un attimo per commentare .
a presto !
Claudia

mercoledì 28 febbraio 2018

Scraplift del Minialbum a Cuore, presentato da Angela Tombari al Meeting Nazionale ASI 2018

Questa volta parlo di scraplift perché al corso di Angela mi sono presentata con un kit tutto mio e delle foto di argomento completamente diverso da quello da lei proposto , però ho cercato di restare fedele agli sketch delle singole pagine, oltre che alla struttura generale e alla particolare forma di cuore stilizzato . Ho anche utilizzato alcuni abbellimenti che Angela ci ha regalato .
Le fotografie sono delle misure indicate e sono inserite nella stessa sequenza. Solo alla fine ne ho inserite due in più , nascoste al primo sguardo . Nelle didascalie di ogni foto indicherò le differenze più importanti rispetto al modello originale . 
Devo subito dire che è stata una bella sfida, ma sono soddisfatta del risultato . Le carte a tema mare che alternano facciate vivaci ad altre più sobrie sono a mio avviso perfette per questo album dedicato a Mentone . Certo se avessi usato le carte proposte avrei finito prima la costruzione della struttura , perché mi sarebbe bastato seguire le spiegazioni e la dispensa , mentre così ci ho impiegato un po ' per decidere la sequenza delle carte e per scegliere abbellimenti e die cuts , ma adessoì ho un minialbum che sento comunque mio, anche se non è mio il progetto .

Ecco le foto

Invece della copertina di acetato leggero trasparente ho optato per uno spesso e decorato con cuori che richiamano la forma del minialbum . L'andamento della scritta ricorda quello del banner originale così come la posizione dei bottoni decorativi

La copertina di carton legno è stata decorata come nell'originale con twine di cinque colori annodato

L ' introduzione al tema è ovviamente personalizzata

Stesso sketch, ma liberamente interpretato con la doppia ruche al posto della carta crespa

Anche gli abbellimenti sono ovviamente a tema mare e spiaggia invece che a tema circo sia sulle pagine che sulla minibustina contenente una piccola tag

Avendo la stessa fustella LOVE usata da Angela ho potuto riprodurre fedelmente l'effetto della scritta intagliata nella foto e nello sfondo

nella pagina a sinistra invece di timbrare ho preferito scrivere a mano un passaggio cruciale tratto da " Il Gabbiano Jonathan Livingston " a destra ho usato delle PL card invece delle tag

Stessa a struttura a tasca per contenere tag con foto

Foto di scorci della città vecchia sulle tag

A sinistra una pagina senza foto decorata seguendo lo schema originale e a destra un foglio di vellum con una cornice che mette in risalto il soggetto principale della foto della pagina seguente . Gli abbellimenti a sinistra sono incollati sul vellum

La fustellata arancione è sovrapposta parzialmente alla foto e appariva meno brillante sotto il vellum . Ho scelto di non tagliare il vellum all ' interno della cornice , perché mi piaceva  mostrare prima l ' inquadratura come se ci fosse un filtro flou e poi perfettamente nitida

Sketch riprodotto fedelmente , con effetto finale diverso . . . continua la passeggiata nel centro storico . . . 

Lo sticker della ruota panoramica riprende il tema della foto . Sotto il ticket a destra il quadretto di jeans e l'etichetta Dymo regalati da Angela, usati nella stessa posizione rispetto al suo progetto

Qui c ' è una moltiplicazione dello spazio per ospitare più foto scattate con questa famiglia di cari amici ...conosciuti grazie allo scrapbooking , perché per chi non la conoscesse , lei è Veronica Scrap Blu

Spostando la flippette si può aprire la paginetta a libro e compaiono altre due foto di gruppo , questa volta con me presente

Ultima di copertina . L'idea del bottone al posto dell ' obiettivo è ancora di Angela

Un acetato ricavato dallo stesso foglio di quello in apertura protegge il minialbum

Sono a metà strada e spero di riuscire a tornare presto su queste pagine per mostrarvi i lavori iniziati agli altri due corsi del Meeting di Verona
Intanto ringrazio chi ha letto e  chi lascerà un commento.
A presto !
Claudia

giovedì 22 febbraio 2018

Minialbum Colors of Life, su progetto di Valentina Capponi, presentato al Meeting Nazionale ASI 2018

Ecco il primo progetto finito tra quelli iniziati al meeting nazionale ASI 2018 ! Si tratta di un minialbum per il quale Valentina Capponi aveva scelto un kit di carte di una collezione che io avevo già acquistato interamente , allo scopo di creare un minialbum con foto fatte in giardino . Avevo già ultimato il mini dedicato ai fiori bianchi (che vi mostrerò alla fine del post) e ho pensato di dedicare questo ai fiori arancio.
Ho mantenuto la sequenza delle pagine della struttura originale , aggiungendo una carta extra kit al posto del retro di un ' altra, ho sostituito alcune timbrate e una fustellata con altre più adatte al tema che ho scelto e questo è il risultato

La copertina è uguale all ' originale, salvo il fatto che io ho usato , come anche per una pagina interna , una rosellina di stoffa invece che di resina

L ' album si apre con le Strelizie

Nella foto a sinistra ben si comprende come mai questo fiore sia chiamato anche Uccello del Paradiso

La timbrata brillante è stata messa in verticale per non nascondere nemmeno un particolare della foto . Essendo di colore un po ' chiaro per i miei gusti ho aggiunto dots di enamel accent nero

Con la pagina di sinistra si apre la serie di foto dedicata alle Rose . Nella pagina di destra ho cambiato project life card e didascalia perché quelle del progetto originale non avrebbero avuto senso con le mie foto, ma avendo usato altri pezzi della stessa collezione la sostituzione è risultata indolore

Guardando la pagina di sinistra devo ammettere che la fortuna mi ha assistito. Sono partita per Verona con le foto stampate e a questa pagina era destinata quella foto in quel formato . La timbrata non avrebbe potuto essere più coordinata di così , si fa fatica a credere che non sia stata scelta in funzione della foto

Anche in queste due pagine ci sono modifiche rispetto al progetto originale allo scopo di ottenere un insieme più armonioso nell ' estetica e nel significato

Ultima di copertina con doveroso omaggio all ' ideatrice del progetto

Il mini che avevo fatto tempo fa dedicato ai fiori bianchi è questo con struttura origami

La copertina

Il minialbum visto dopo una prima apertura che mostra anche l ' ultima di copertina

L ' album completamente aperto da un lato

L ' album completamente aperto sull ' altro lato
Adesso stanno insieme in un cestino, in attesa degli altri mini che dedicherò ai fiori degli altri colori


Grazie a chi ha letto questo post , a chi vorrà lasciare un commento e a chi tornerà a trovarmi per vedere cosa ho realizzato nelle altre giornate di corsi di questo splendido meeting !
A presto !
Claudia

mercoledì 31 gennaio 2018

Un quaderno di viaggio per la Sfida ASI-Instax

Come ogni anno, in attesa del meeting nazionale ASI veniamo coinvolte in sfide .
Pubblico la foto del quaderno di viaggio che ho creato per quella che richiedeva di utilizzare nella nostra creazione a tema viaggio una o più foto scattate con una Instax e una cartina geografica .
Ho fotografato il mio trolley (che ha la riproduzione di una macchina Instax come etichetta) con gli occhiali da sole, il cappello, gli stivaletti e il passaporto ASI.
Ho scelto per la copertina del quaderno una carta patterned con una carta geografica e una scritta a tema, ho aggiunto con la macchina per scrivere una frase di una canzone di Lucio Battisti "avere nelle scarpe la voglia di andare", ho aggiunto lo sticker di un aeroplano e un pezzetto di washi tape per decorare la foto mattata con della carta con lo chevron .



Sperando che piaccia, vi do l' arrivederci al prossimo post!
Claudia



martedì 30 gennaio 2018

Album Natale 2017 e oltre

Eccomi all ' appuntamento annuale con l ' album delle feste natalizie . Io non faccio il December Daily , che terminerebbe il 25 dicembre ,  perché il periodo dei preparativi non è così denso di opportunità di fare foto come lo sono i giorni di festa della fine dell ' anno e del principio di quello nuovo . 
Come base ho deciso di usare l ' album che Francesca Donà ha presentato a novembre al meeting ASI Piemonte . Mi sono impegnata a costruire la struttura identica alla sua , perché è molto interessante , di bell ' effetto e robusta quanto basta e ci sono riuscita . Ho usato per la copertina la juta e per l ' interno la carta del kit e davvero ho provato a mantenere l ' uniformità dei colori proposti , ma come vedrete , proprio non ce l ' ho fatta . . . e nel momento in cui ho introdotto i colori vivaci ho aggiunto pagine e fatto altre modifiche , non c'è niente da fare , è più forte di me l ' istinto di personalizzare i progetti altrui .
Le foto del mio album sono tantissime , perché ogni pagina è una busta che nasconde una o più schede oppure fisarmoniche e poi ci sono taschine nascoste . . . si parte con una foto scattata proprio al meeting ASI a Torino , si passa poi a una gita a Bussana Vecchia , a un altro meeting ASI a Genova , al Natale da mio fratello , ai giorni successivi a Viareggio , alla gita in Francia per il compleanno di Romano , per finire col fare i turisti a casa nostra .

Ecco le foto !

In copertina un ciondolo che mi è stato regalato , che si adatta perfettamente allo stile della copertina 

La particolare rilegatura

La varietà dei cavalieri che facilitano l'estrazione delle schede dalle rispettive tasche

Un acrostico per indicare i desideri e la stradina imbiancata, non dalla neve ma dalla grandine , con un effetto comunque suggestivo

Eccomi con Silvia Andreis ed Elena cortese a Torino . . . al collo ho uno dei foulard di seta che mi sono dipinta trent ' anni fa . . .


A sinistra il cartoncino di un ristorante di Sanremo , a destra l ' invito a un vernissage cui abbiamo partecipato . . . era della stessa dimensione delle pagine dell ' album . . .  impossibile non inserirlo 

Il menù di una particolarissima cena in un altro ristorante

L ' albero in sala , cromaticamente intonato all ' album

Nella busta una doppia pagina con foto degli addobbi in casa . Questi erano sotto il finestrone

Palline di vetro e decori di carta appesi alle maniglie

Sul centrotavola compare il rosso e ne io approfitto per vivacizzare la pagina

A sinistra i ricordi di una gita con amici, a destra l ' alba del 17 dicembre fotografata dal cancello di casa mia

Altre foto a Bussana Vecchia e di nuovo con Silvia ed Elena , stavolta al meeting ligure 

I miei nipoti il giorno di Natale e io nell ' albero di lucine a Viareggio

Altra foto dei ragazzi , infilata sotto la prima , e un paesaggio delle Alpi Apuane

L ' albero di lucine fotografato dall  ' interno

Un incontro allegro con Silvia e Debora a Viareggio

Romano nell ' albero della sua città e poi noi due a Mentone, il 4 gennaio , giorno del suo compleanno

Nella tasca c ' una fisarmonica con queste tre foto da una parte

. . . e queste tre dall ' altra

Una famiglia di omini di zenzero nel prato e io ne ho fustellati due che ho infilato nella tasca e  svolgono la funzione di journaling card

Ammetto che prima comporre la pagina a destra mi sono dovuta riguardare la foto al pc, vista l ' assoluta perfezione dell ' immagine riflessa dal pavimento della Place Massena . . . qui ho definitivamente abbandonato la fedeltà al progetto con le carte "smorte" , approfittando del colore del cielo ho utilizzato il cartoncino stellato in tinta . . .

Ancora giochi d ' acqua e riflessi

Ci sono lampi di luce sui nostri visi , la foto non è tecnicamente perfetta , ma evidenzia la nostra allegria e il commento ritagliato mi pare particolarmente azzeccato

La foto non rende ma le immagini proiettate sul palazzo erano meravigliose

Ma quanto è bella Sanremo ? Negli anni secondo me sono diventati sempre più bravi nella progettazione degli addobbi luminosi

La banda folcloristica è una parte importante della città e ha grandi capacità di aggregazione di folla

Le feste finiscono e l ' inverno no . . .

Aveva ragione Enrico Ruggeri : il mare d ' inverno è come un film in bianco e nero visto alla TV

Il mio pensiero finale

Diversamente dal solito pubblico anche la foto del retro della copertina . Sulla tag rendo il doveroso omaggio a chi ha fatto il progetto che poi io ho adattato alle mie esigenze . Mi piacerebbe vedere più spesso questo genere di riconoscimento .


Siamo giunti alla fine di questo lungo post . Grazie a chi ha avuto la costanza di arrivare in fondo e doppio grazie a ci vorrà lasciarmi un suo commento .
A presto con nuovi progetti !
Claudia